I NOSTRI RACCONTI, IMPRONTE

I racconti sono passi. Un po’ come i cammini ma diversi nel peso. Segnano il bisogno di raccontare in maniera distante e nessun passo è mai uguale all’altro. L’impronta a volte è leggera a volte si fa marcata. Perché la volontà del narratore sente il bisogno di svilupparsi con un’intensità diversa, affinché il suo mondo arrivi al lettore con lo stesso effetto di un caleidoscopio.